Creazione Blog: WordPress o Blogger?


Ed eccoci qui, pronti a scrivere il nostro primo articolo per il nostro primo blog. E cosa sarebbe più giusto scrivere in un blog che tratta di informatica, se non "Come aprire il nostro primo blog"??.
Per prima cosa bisogna decidere con quale piattaforma si decide di farlo; attualmente le piattaforme principali e più famose sono 2: WordPress e Blogger.

Quale di queste 2 scegliere?

Allora prima di tutto dobbiamo decidere se vogliamo che il nostro blog sia completamente gratuito, oppure se non ci interessa spendere qualche decina di euro per poter avere il nostro spazio personale.

La differenza sostanziale è che nel primo caso non siamo noi i veri proprietari del blog, ma sarà la piattaforma stessa ad offrirci le risorse che ci permetteranno di memorizzare i nostri dati, e di renderli accessibili. Nel secondo caso invece siamo noi che acquistiamo tramite un fornitore di servizi le risorse necessarie per poter installare la piattaforma voluta, tramite la quale poi andremo a realizzare il nostro blog.

Il vantaggio principale del pagare lo spazio è quello che potremo accedere al nostro blog attraverso un indirizzo che sarà completamente scelto da noi, ad esempio www.digitalepertutti.it, mentre adottando la soluzione gratuita saremo costretti a mantenere all'interno dell'indirizzo le informazioni relative alla piattaforma che stiamo utilizzando, come nel mio caso http://www.digitalepertutti.blogspot.it/.

Analizziamo entrambe le piattaforme :


WordPress permette all'utente di scegliere entrambe le soluzioni.
Collegandosi al sito http://www.wordpress.com accederemo alla sezione gratuita, nella quale è necessario registrarsi, e scegliere l'indirizzo che vogliamo per il nostro sito. Naturalmente come specificato sopra, essendo uno spazio gratuito il nome da noi scelto sarà per forza seguito dalla dicitura .wordpress.com.
Ci verranno forniti 3 Gigabyte di spazio in cui potremo memorizzare qualsiasi cosa che ci venga in mente, ma non potremo modificare completamente l'interfaccia del nostro blog. Il servizio gratuito infatti consente solamente di scegliere tra alcuni template predefiniti, ma non sarà possibile andare a modificare i css e tantomeno inserire all'interno del nostro sito sistemi come google adsense per ottenere dei guadagni dalla pubblicità.

L'altro caso invece è rappresentato da http://www.wordpress.org/ dal quale potremo scaricare il CMS vero e proprio, cioè quella applicazione che una volta installata all'interno dello spazio web da noi acquistato ci permetterà di creare il nostro blog. (Con CMS si intende Content management system, o in italiano Sistema di gestione dei contenuti, ovvero quel software che una volta installato ci permetterà di realizzare il nostro sito/blog e gestire i dati in maniera semplice senza dover per forza conoscere uno specifico linguaggio di programmazione)

Prima di scaricare però questo CMS sarà necessario acquistare da qualunque fornitore di hosting uno spazio su di un server. Ci sono numerosi siti in cui è possibile farlo, basterà fare una semplice ricerca su google con il termine HOSTING, ad esempio :

http://www.aruba.it/
http://www.fastnom.it/
http://www.natan.it/

Bisogna però stare attenti a richiedere che il server sul quale andremo ad installarlo sia un server Linux e che ci venga fornito anche l'accesso ad un database mySql che è necessario per far funzionare il nostro CMS.

Sviluppando il nostro blog con tale metodo, non avremo alcuna sorta di limitazione; potremo installare i template che più ci aggradano e potremo liberamente modificare i css per andare a modificare lo stile del nostro sito. Potremo inoltre installare dei plugin per aggiungere varie funzionalità al nostro blog, dalla pubblicità, alle newsletter, ai forum ecc.

Blogger invece è il servizio gratuito che ci viene offerto da Google.
La realizzazione del Blog parte dalla pagina www.blogger.com accedendo con il proprio utente di google. Da qui sarà possibile scegliere il nome per il nostro blog e l'indirizzo con cui accedere. Naturalmente essendo gratuito, il dominio sarà sempre di secondo livello, quindi il nome da noi scelto sarà seguito dalla dicitura .blogspot.com
Blogger è una sorta di via di mezzo tra www.wordpress.org e www.wordpress.com. E' infatti completamente gratuito e permette a differenza di wordpress free di andare a modificare l'aspetto del nostro sito modificando il codice html. Bisogna taner presente cmq che per farlo sono necessarie alcune conoscenze di programmazione. In alternativa sarà possibile scaricare ed installare dei template gratuiti sviluppati da terzi, un possibile sito in cui trovarli è ad esempio questo:

www.btemplates.com/


Blogger inoltre è completamente integrato con i servizio pubblicitario di Google: Adsense, con le varie Google Apps ed essendo appunto un servizio offerto da Google, l'indicizzazione dovrebbe essere più veloce  e non sarà necessario installare nessun plugin esterno.

Quale scegliere quindi?

Per quanto mi riguarda credo che se l'utente è intenzionato a realizzare un blog gratuito, blogger sia la scelta migliore in quanto ha più servizi integrati e permette di modificare con più libertà l'estetica del proprio blog.
Con poco sarà successivamente una buona idea comperare il proprio dominio, cosi da poter scegliere il nome che più ci aggrada e svincolarsi dalla dicitura .blogspot.com, ed eseguire il redirect sul nostro blog completamente gratuito.

Se altrimenti siamo disposti a spendere qualcosa in più wordpress è più efficente, in quanto essendo un CMS, offre la possibilità, almeno per chi mastica un po di programmazione in PHP, di rendere il proprio lavoro completamente personalizzabile, allontanandosi anche dal concetto di blog vero e proprio.







1 commenti:

Anonimo ha detto...

aruba troppo caro, li fanno publicita solo affiliati. Vuoi sottodominio - devi paga, vuoi database- ancora devi paga oltre, e cosi via

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More